14 luglio 2009

Il codice della malnutrizione

Presto potrebbe non esserci più la possibilità di scegliere cosa introdurre nel proprio corpo e bisognerà adeguarsi a rigide restrizioni alimentari. Chi lo dice? Il Codex Alimentarius! In effetti i media non ne parlano, ma alla fine di quest'anno, dopo una lunga preparazione e opportuni riadattamenti, sarà approvato questo "antico testamento" in materia di alimentazione col fine di IMPORRE determinate sostanze, OGM compresi, e di vietarne altre. Tutto ovviamente verrà propagandato come un accorgimento necessario a garantire la nostra salute in questi tempi "difficili". Tempi in cui la speculazione e il profitto non lasciano spazio ad alcuna etica. Dopo l'attuazione si stima un sensibile e rapido decremento della popolazione mondiale per malnutrizione, ma anche forti guadagni per le ormai note corporations. Se ne parla più frequentemente solo da qualche anno ma sono già diverse le personalità che da tempo stanno cercando di informare la gente e di opporre resistenza all'imminente ratifica.

IL CODEX ALIMENTARIUS

(di Franco Libero Manco, tratto da http://www.nexusedizioni.it/)

Il Codex Alimentarius entrerà in vigore il 31 dicembre del 2009 e potrebbe essere il più grande disastro per la salute umana: determinerà gli standard di sicurezza alimentare e le regole in più di 160 paesi del mondo, cioè per il 97% della popolazione mondiale.

La Commissione di Commercio Codex Alimentarius (che nel 1994 dichiarò le tossine come nutrienti) è attualmente finanziata e condotta dall’OMS (che appartiene all’ONU) e dalla FAO.

Un insieme di standard internazionali aventi come scopo la protezione della “salute” dei consumatori, attraverso pratiche nel commercio per: preparati alimentari, semipreparati, crudi, l’igiene degli alimenti, gli additivi, i pesticidi, i fattori di contaminazione, l’etichettatura, i metodi di analisi. Lo scopo recondito è di mettere fuori legge ogni metodo alternativo nel campo della salute, come le terapie naturiste, l’uso di integratori alimentari, di vitamine e di tutto ciò che potrebbe essere un potenziale concorrente per l’industria chimico-farmaceutica.

La lobby della chimica farmaceutica è nata da un’associazione condotta da Rockfeller e dall’IGFarben della Germania nazista. L’IGFarben fin dal 1932 fornì ad Hitler un finanziamento di 400.000 marchi senza il quale il secondo conflitto mondiale non avrebbe potuto avere luogo e nel 1941 costruì ad Auschwitz la più grande industria chimica del mondo approfittando della mano d’opera dei campi di concentramento. Nel processo di Norimberga i responsabili della IGFarben furono dichiarati colpevoli di genocidio, di schiavitù ed altri crimini. Però un anno dopo la condanna, nel 1952, tutti i responsabili furono liberati con l’aiuto di Nelsen Rockfeller (che a quei tempi era ministro degli affari esteri in USA) e s’infiltrarono nell’economia tedesca.
Fino dagli anni 70 il consiglio direttivo della società BASF, BAYER e HOECHST era costituito da membri del partito nazista che, a partire dal 1959, finanziavano il giovane Helmut Kohl. In pratica l’organizzazione nazista associata a Rockfeller ha costituito il mercato farmaceutico del pianeta.

L'alleanza della IGFarben si è poi tramandata sotto un altro nome: “Associazione per l’industria chimica” che nel 1955 è stata raggruppata nel CODEX ALIMENTARIUS il cui spirito è la soppressione delle innovazioni scientifiche indipendenti degli ultimi 50 anni usando ogni mezzo per mantenere il suo posto sul mercato in riferimento al cancro, all’AIDS, alle malattie cardiovascolari ecc.

Un gran numero di partiti politici europei, di sinistra e di destra, sono stati finanziati da questa industria per assicurarsi una legislazione favorevole all’industria farmaceutica. Per influenzare i legislatori, condizionare gli organismi di controllo, manipolare le ricerche in campo medico ed educativo, solo nel 1961 le industrie farmaceutiche hanno fatto donazioni alle grandi università degli USA: 8 milioni di dollari ad Harvard, 8 milioni di dollari a Yale, 10 milioni di dollari a Jonh Hopkins, 1 milione di dollari a Standford, 1,7 milioni di dollari a Columbia di New York. L’informazione dei medici è interamente finanziata dalle compagnie, che nascondono con attenzione un gran numero di effetti secondari pericolosi e perfino mortali dei farmaci. Vale la pena ricordare che ogni anno solo nel Nord America muoiono 800.000 persone a causa delle medicine allopatiche. Il 13 marzo 2002 gli europarlamentari adottarono leggi a favore dell’industria farmaceutica secondo le disposizioni fissate del Codex Alimentarius, finalizzate ad elaborare una documentazione coercitiva per tutte le terapie naturiste e gli integratori alimentari. Ma nonostante 438 milioni di petizioni inviate al Parlamento Europeo le direttive del Codex sono state adottate.

Il dr. Rath Matthias, uno specialista tedesco per l’uso di trattamenti naturisti, nel 2003 ha consegnato alla Corte Internazionale di Giustizia un atto di accusa per crimini contro l’umanità. Matthias afferma: “Il vero scopo dell’industria farmaceutica mondiale è di guadagnare soldi grazie alle malattie croniche e di non preoccuparsi di prevenire o sradicare queste malattie. L’industria farmaceutica ha un interesse finanziario finalizzato alla diffusione di queste malattie, per assicurarsi il mantenimento o addirittura l’aumento dei prezzi dei medicinali. Per questo motivo i farmaci sono fatti per eliminare i sintomi e non per trattare le vere cause delle malattie… le compagnie farmaceutiche sono responsabili di un genocidio permanente e diffuso, in quanto uccidono in questo modo milioni di persone”.

A partire dal 2005 le direttive applicate mirano a:

- eliminare ogni supplemento alimentare naturale che sarà sostituito con 28 prodotti di sintesi disponibili solo in farmacia: tutto ciò che non è nella lista del Codex è considerato illegale;

- le medicine naturiste, come l’agopuntura la medicina energetica, ayurvedica, tibetana ecc. saranno progressivamente vietate;

- l’agricoltura e l’allevamento di animali saranno regolate dall’industria chimico-farmaceutica che vieta per principio l’agricoltura biologica. Questo significa che ogni mucca da latte sarà trattata con l’ormone bovino della crescita (ricombinato geneticamente) prodotto dalla Monsanto. Inoltre, ogni animale del pianeta usato a fini nutrizionali dovrà essere trattato con antibiotici ed ormoni della crescita. Le regole del Codex permettono che gli alimenti contenti OGM non debbano più essere etichettati come tali. Non solo. Nel 2001 il Codex Alimentaris reintegra 7 delle 12 sostanze chimiche (note per essere causa di cancro) vietate unanimemente da 176 nazioni;

- l’alimentazione umana dovrà essere irradiata con Cobalto i cui livelli saranno maggiori di quelli permessi in precedenza.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

5 commenti:

Aestene & Co. ha detto...

Sai quale è il più grande problema?? E' che quando parli alle persone di questo tema credono solo che tu sia un disfattista e fanatico che vede il male in ogni cosa. Lo dico purtroppo per esperienza personale...La pigrizia delle persone in questo tipo di informazione porta a quello che sta arrindo. Comunque non demoridiamo e continuiamo a diffonedere e divulgare il più possibile..

Noisyhush ha detto...

La gente comune pensa solo a consumare (e a consumarsi) e forse crede che tutti i problemi verranno spazzati via un giorno da qualche messia, oppure che il sistema giuridico faccia il suo dovere e metta i cattivi in prigione, oppure ancora che il male o i soprusi siano inevitabilmente legati a questo nostro bel Sistema ... La gente comune vive immersa in un vittimismo inconsapevole e pertanto, nella migliore delle ipotesi, riesce ad esordire al massimo con un "tanto io che ci posso fare?".
Coraggio, siamo in tanti e la baracca, in realtà, la mandiamo avanti noi con i nostri consensi e il nostro denaro, sveglia!

Aestene & Co. ha detto...

non male lì il messaggio di google ad sense lì sotto sulla Nestlè...

Noisyhush ha detto...

Il contestual advertising si basa sulle chiavi identificate nei contenuti... probabilmente le parole "OGM", "malnutrizione", "genocidio", "lobby", ecc. sono state associate ad una delle aziende maggiormente coinvolte in queste cose!!!:)

Aestene & Co. ha detto...

Infatti...fa pensare anche questo!!!