24 ottobre 2009

Downshifting: scalando marcia si vive meglio

Le avvisaglie di un cambiamento di coscienza collettivo si stanno progressivamente palesando nel comportamento e nelle abitudini delle persone, sempre più stanche di rincorrere inutili miraggi professionali e di seguire regole deumanizzanti che riducono la vita a consumo e abnegazione per il lavoro. Il downshifting (letteralmente scalare marcia) è la cessazione o il rallentamento consapevole del ritmo lavorativo, una scelta personale che può fare la differenza, un fenomeno incalzante che ha già coinvolto 16 milioni di persone in tutto il mondo. Un numero significativo che parla da se.

19 ottobre 2009

LA NUOVA COSCIENZA: conferenza di Eckhart Tolle


ECKHART TOLLE nasce in Germania nel 1948, dove trascorre i primi tredici anni della sua vita. Dopo essersi laureato all'Università di Londra, ha svolto un lavoro di ricerca e di supervisione presso l'Università di Cambridge. All'età di ventinove anni una profonda trasformazione spirituale ha dissolto la sua vecchia identità ed ha radicalmente mutato la sua vita.

Gli anni seguenti sono stati dedicati alla comprensione, all’integrazione ed approfondimento di quella trasformazione, che aveva segnalato l’inizio di un intenso viaggio interiore. Negli ultimi 10 anni Eckhart Tolle è stato un counselor e un insegnante spirituale, incontrando persone individualmente o in piccoli gruppi, in Europa e in Nord America. Vive a Vancouver dal 1996.

L'insegnamento di Eckhart Tolle, maestro spirituale occidentale contemporaneo, non fa parte di alcuna tradizione o religione ma ugualmente non esclude alcun sentiero. Insegna a vivere il "qui e ora" e a sentirsi in unione con tutto ciò che esiste.

6 ottobre 2009

Ghiandola pineale e Stargate

Ritengo che questo argomento sia, specialmente in questi tempi finali, di importanza fondamentale. Cercherò di trattarlo nel modo più semplice possibile, anche se purtroppo non esaustivo, affinchè possa raggiungere tutti e far luce sull'incredibile potere dell'essere umano.

Un'utile premessa

L'universo manifesto è basato su polarità opposte, sulla dualità. Se c'è il bene c'è anche il male, se c'è la luce c'è anche l'oscurità, se c'è la nascita c'è anche la morte, e via dicendo. Non esiste un elemento che non abbia il suo antagonista. Parimenti, l'universo porta sempre con se la soluzione per neutralizzare eventuali squilibri. Possiamo affermare che l'economia dell'universo sia pari a zero per effetto di queste polarità contrastanti.

Il contrasto presuppone una parte manifesta e una immanifesta reciprocamete contrapposte. Se il "male" è la parte manifesta (attaccamento alla forma e aumento dell'ego), il "bene" non manifesto (riduzione dell'ego, del desiderio e di ciò che è formale) affiorerà naturalmente con impeto proporzionale allo squilibrio. L'elemento positivo è indispensabile quanto quello negativo per garantire l'armonia, tutti e due appartengono alla stessa totalità. Lo yin e lo yang per dirla secondo la tradizione orientale. L'organismo possiede in se stesso tutti gli elementi adatti a compensare gli squilibri che in esso si verificano, dagli anticorpi, agli ormoni, alle sostanze psicotrope. Così anche la creazione della ghiandola pineale è una conseguenza di questo spirito.