26 novembre 2009

Alghe Klamath: il superalimento che cura

La natura assiste da sempre l'uomo e gli elementi che offre a sostegno del suo benessere sono preziosi e indispensabili. Le attuali abitudini alimentari, completamente stravolte con l'impiego di sostanze dannose come gli addittivi di sintesi e la disincentivazione della biodiversità, hanno compromesso la qualità e la varietà di ciò che quotidianamente ingeriamo. Questo ha dato luogo a diversi problemi come l'incremento di nuove patologie e un sostanziale indebolimento del sistema immunitario. Il corpo umano, acidificato e affaticato da un alimentazione priva di nutrienti essenziali, non può così rispondere adeguatamente alle continue sfide a cui la vita lo sottopone né ovviamente godere della forza e della vitalità che naturalmente possiede. Mantenere uno stato di salute ottimale richiede amore per se tessi, amore che trova espressione in uno stile di vita equilibrato, disciplinato spiritualmente e fisicamente, e nell'attenzione per i cibi (volgarmente chiamati prodotti alimentari) che si scelgono. Fortunatamente il nostro generoso pianeta riesce ancora ad offrire sostanze dalle eccellenti proprietà. La semplicità, non solo alimentare, continua ad essere la strada migliore e la natura ce lo ricorda continuamente. Le alghe, sempre più consigliate come integrazione in numerose diete ricostituenti (il metodo Kousmine ne è un esempio), sono da tenere in considerazione per il bilanciamento e l'elevato grado di assimilabilità dei nutrienti di cui sono ricche.

11 novembre 2009

Obama, Ufo e Files Segreti, aspettando il 27 Novembre

Si potrebbe dire che tutti aspettano il 27 Novembre, data storica nella quale il presidente degli Stati Uniti Barack Obama dovrebbe rivelare particolari inediti sulla storia dell'ufologia, o almeno su una parte delle numerose verità che ormai sono nelle mani di tutti i servizi segreti delle potenze del G8. Tuttavia niente è scontato e il rischio è che non succeda proprio nulla.

Alcune notizie sono fondate altre frutto di speculazioni. Vediamo prima di tutto cosa succede quando un presidente degli Stati Uniti si insedia a capo della prima potenza economica del mondo.

A partire dal suo insediamento, il protocollo prevede che il Presidente Obama inizi a ricevere rapporti giornalieri di intelligence dal nuovo direttore della National Intelligence, l’ex ammiraglio Dennis Blair. I briefing informeranno Obama su argomenti di vitale importanza per la sicurezza nazionale, che gli imporranno scelte che diverranno politica ufficiale degli Stati Uniti. Ciò includerà temi scottanti quali il terrorismo internazionale, la proliferazione nucleare e un conflitto armato globale, mentre si assisterà al rilascio di dichiarazioni pubbliche addomesticate.