19 maggio 2010

Gli dei che giunsero dallo spazio?

Apre con questo post la sezione recensioni.

La prima proposta è un libro affascinante e fuori da ogni schema. Un'analisi puntuale sulla funzione e sull'interpretazione della religione a partire dai più antichi testi ebraici, sconfinando fino alle più moderne e ardite teorie di Zacharia Sitchin. L'autore analizza anche i concetti e i significati originari sui quali normalmente non ci si sofferma o dei quali volutamente non si tiene conto. Addentrandoci sempre più in questo particolare periodo evolutivo, la demolizione totale dei vecchi schemi e delle vecchie ideologie di riferimento, diventerà il punto di partenza per la costruzione di un nuovo paradigma di esistenza dove la separazione tra gli uomini, indotta dalle diverse percezioni e definizioni sulla creazione, non sarà più possibile. Una lettura emozionante che non mancherà di sorprendervi.

Di cosa parla:

Il libro affronta una serie di passi dell’Antico Testamento offrendone il vero significato così come si presenta nelle traduzioni letterali: la creazione aliena dell’uomo; la verità sui dieci comandamenti; le visioni degli UFO da parte dei profeti così come loro stessi le hanno raccontate; il brano in cui l’Antico Testamento afferma in modo sconcertante che Dio muore come tutti gli uomini; le figure degli angeli spogliate di tutto ciò che su di loro è stato inventato nei secoli; la probabile fonte di ispirazione del Vangelo di Giovanni…
Il tutto con il testo ebraico e la traduzione letterale chiaramente riportata parola per parola con un sistema incredibilmente semplice, comprensibile per ogni tipo di lettore.

A chi si rivolge:

Il libro è indirizzato a tutti coloro che desiderano sapere ciò che normalmente viene taciuto perché contrasta con quanto è sempre stato presentato come la verità indiscutibile.
Un libro scritto per chi non teme di mettere in discussione certezze; per chi sa affrontare temi profondi come la religione con mente aperta, disposta ad approfondire ed anche a scoprire che spesso la realtà può essere stupefacente.

Concetti chiave:

La Genesi, nel significato letterale dei termini ebraici, racconta la creazione dell’uomo attraverso un intervento di ingegneria genetica.
Era un UFO la gloria di Dio che passa davanti a Mosè che si protegge nella roccia per non essere ucciso?
Che cosa hanno veramente visto Elia, Zaccaria, Ezechiele…? Cosa erano gli oggetti volanti decritti letteralmente nei loro libri?
Ma perché gli Angeli della Bibbia dovevano lavarsi i piedi e mangiare anche due volte in un giorno? Perché potevano essere aggrediti e per difendersi usavano alta tecnologia?
È vero l’Antico Testamento afferma che Dio muore come tutti gli uomini? La traduzione letterale dice di si.
E molto altro…

Bio dell'autore

L’autore - realizzatore di numerosi prodotti multimediali di carattere storico, culturale e didattico per importanti case editrici italiane, collaboratore di riviste, studioso di storia delle religioni - da circa 30 anni si occupa dei cosiddetti testi sacri nella convinzione che solo la conoscenza e l’analisi diretta di ciò che hanno scritto gli antichi redattori possa aiutare a comprendere veramente il pensiero religioso formulato dall’umanità nella sua storia. È traduttore di ebraico antico e collabora con le Edizioni San Paolo effettuando la traduzione letterale dei libri dell’Antico Testamento a partire dalle edizioni più antiche della Bibbia in lingua ebraica, la cosiddetta Bibbia stuttgartensia. Sapere di non sapere, non essere condizionato da verità precostituite o da dogmi, curiosità e desiderio di comprendere sono la base del suo pensiero e del suo lavoro.

Tutto ciò che avete sentito dire sulla religione, o che avete letto
deve essere messo da parte una volta per tutte. Solo se ti presenti limpido con la consapevolezza libera
anche dal più minuscolo segno, conoscerai la religione.
Le cosiddette religioni fanno esattamente la cosa opposta,
e puoi vedere da te quali risultati ottengono.
Il mondo intero vive frazionato in religioni:
c'è chi va alla sinagoga, chi va al tempio e chi va in chiesa.
Ma riesci a scorgere un bagliore di religiosità da qualche parte?
Osho Rajneesh

Nessun commento: